ROMANZI e RACCONTI

       Il Saggiatore, 2013

Descrizione

La sostanza di Bill è il crack. I nuovi amici di Bill sono tossicodipendenti; una comunità che si incontra, discute, partecipa a riunioni settimanali, s'incoraggia con entusiasmo sportivo e premura fraterna, una rete di solidarietà che condivide un obiettivo: la libertà dai lacci della compulsione. Legami che per il vecchio Bill, brillante agente letterario diviso fra cocktail mondani e attici sulla Fifth Avenue, sarebbero stati impensabili. Nei reticoli di Manhattan si incrociano i destini di Polly, insegnante elementare cocainomane, che non riesce a smettere perché vive con la sua gemella Heather che ancora si droga; Lotto, figlio adottivo di una coppia di gioiellieri ebrei, che ha girato dodici centri di riabilitazione; Asa, giovane studente, rosso di capelli, innamorato di Bill, salvifico e silenzioso. E Bill, che grazie ai suoi nuovi amici impara a raccontare la verità, la sua verità.

      Einaudi, 2013

Descrizione

Tre grandi della narrativa contemporanea per tre racconti che fanno riemergere dall'ombra la droga che, più di tutte, ha segnato la società dagli anni Ottanta ad oggi. Tre racconti magistrali, che si intrecciano e, illuminando aspetti differenti e complementari del medesimo problema, ci spiazzano e tornano a farci riflettere.

  • Ritratto di un tossico da giovane di Bill Clegg

      Einaudi -Stile Libero Big, 2011

Descrizione

L'autobiografia di Clegg, agente letterario che spiega il suo rapporto con la droga.
L'uso e il consumo di crack diventano una cartina al tornasole del modo di stare con gli altri, di consumare con loro e della paura del loro giudizio. A poco più di 30 anni l'agente letterario e ragazzo d'oro William 'Bill' Clegg aveva tutto ciò che si poteva desiderare: una sua agenzia letteraria, un fidanzato fedele, una lista di autori molto richiesti e una vita sociale fantastica. Ma da un giorno all'altro gli sfugge tra le dita lo sciccosissimo mondo newyorkese in cui vive e si ritrova nella dipendenza da crack. E quella vita scintillante raggiunta tanto faticosamente in soli due mesi si dissolve del tutto.

  • Cocaina & cioccolato di A. Menna

Cicorivolta, 2007

Descrizione

Una giovane prostituta albanese bella, sfrontata, dalle idee chiare. Un carcere minorile dove entrano droga e armi. Una gang di ragazzini. Un obiettore di coscienza tormentato dal sesso e una città morbida e tesa, in cui tutto è consentito e nulla è sicuro. Sono questi gli ingredienti di un romanzo nero e d'amore, ambientato in una Napoli assolata, torbida e "verace" nella quale i protagonisti si perdono e si ritrovano, e dove lo smarrimento è l'unico orientamento.

  • Meno di zero di Bret E. Ellis

Einaudi, 2006

Descrizione

Il romanzo di Ellis ha il ritmo di un videoclip, la durezza dello slang giovanile alto-borghese e la forza della rivelazione. In scena c'è un gruppo di giovani e giovanissimi di Los Angeles, tutti biondissimi e abbronzatissimi, tutti viziati, ma in realtà trascurati da genitori infelici, depressi o assenti. Questi ragazzi, in vacanza prima della riapertura dei college, sperimentano tutto quello che la città offre: sesso facile, spinelli, cocaina, feste sempre più particolari, in un crescendo di devastazione interiore che sconfina presto nell'orrore.

  • La soluzione sette per cento di Nicholas Meyer

Fabbri, 2003

Descrizione

Il libro ha come tema dominante appunto l’abuso di droghe da parte di Holmes e intende essere una sorta di diario con le memorie del fido Watson. L’assistente dell’investigatore più famoso del mondo, descrive come l’amico divenne schiavo della cocaina, perdendo via via sempre il contatto con la realtà. Ciò lo condusse a un punto tale di disordine che, nell’aprile 1891, cominciò a considerare un pericoloso criminale il suo antico precettore, il professor Moriaty. Watson dopo aver letto un articolo sulla cura della cocaina effettuata da un giovane medico viennese (Sigmund Freud), trova il modo di far incontrare il suo amico con il futuro creatore della psicoanalisi.

Bompiani, 2000

Descrizione

Il protagonista è un giovane che vive a New York reduce dal divorzio con la moglie Amanda. Depresso per il divorzio, il protagonista inizia a frequentare Ted Allagash e altri personaggi equivoci del Lower East Side di New York, che lo portano in un vortice di locali malfamati e cocaina. Questo stile di vita sfrenato lo porta a perdere l'invidiabile lavoro al Reparto Verifica dei Fatti di un'importante rivista. Egli si avventura sempre di più lungo questa spirale discendente, diviso tra l'aspirazione a cambiare e la depressione che lo spinge sempre più in fondo. Il romantico incontro con la cugina di Ted Allagash sembra l'unica cosa in grado di infondergli speranza, a distoglierlo dallo sgretolamento della propria vita. Il libro si chiude con l'immagine di una nuova alba e di una nuova consapevolezza.

Edizioni e/o, 1991

Descrizione

Protagonista è l'adolescente moscovita Vadim Maslennikov, in un’epoca che è compresa tra la prima guerra mondiale e l'inizio della rivoluzione bolscevica. Vadim è un liceale di pochi mezzi, figlio di una donna piuttosto anziana, che vive sfruttando la povera genitrice, di cui si vergogna sia per l'indigenza che per l'età avanzata, dedicandosi alla ricerca di avventure sensuali prima e che poi, ferito dall'unica donna che abbia realmente amato, proprio nel momento in cui crede di aver raggiunto una autentica elevazione morale, precipita nella dipendenza da cocaina che lo porterà alla rovina, distruggendo anche la vita della madre.

  • Cocaina di Pitigrilli

      Sonzogno, 1921

Descrizione

Una storia d'amore e di droga che ha per protagonisti Tito, un giornalista italiano approdato a Parigi, e Maud, "danzatrice in marsina", ovvero ballerina stile Moulin Rouge o Folies Bergéres, conosciuta nell'ambiente col soprannome di Cocaina. Stile sintatticamente essenziale quanto veloce e immediato, ricco di aforismi, paradossi, bon mots e battute dissacranti, tono caustico e irriverente accompagnato da un abile e calibrato uso dell’aggettivo.

 

 

 

Bibliografia specifica sulla cocaina

 

  • Coca e cocaina: dalla divina pianta degli Incas alla polvere bianca di Manhattan di D. S. Worthon

Savelli, 1980

 

 

  • Cocaina una biografia non autorizzata di T. Madge

      Newton & Compton, 2002

      Descrizione

La cocaina, droga demonizzata del nostro secolo, ha in realtà una storia pluricentenaria, che dalle Americhe l'ha portata fino al Vecchio Continente dove, nel corso degli ultimi cento anni, ha radicalmente cambiato volto. La cocaina era sempre stata riconosciuta come una sostanza dalle molteplici proprietà curative, e il suo impiego nella medicina era ampio e diffuso. Il modo in cui il suo utilizzo si sia poi trasformato in abuso, sia stato strumentalizzato dalla criminalità e dalle mafie di tutto il mondo è quanto si propone di indagare questa storia della cocaina.

 

 

  • Storia della cocaina. Dai re Inca ai cartelli di Cali. 500 anni di traffico

di Steven B. Karch

Odoya, 2010

Descrizione

Da medicina a droga nelle metropoli di oggi, sostanza "cool" dei salotti della classe media. Steven B. Karch ripercorre il percorso della cocaina partendo dalle piantagioni in Sudamerica e arrivando fino a noi, con un viaggio che attraversa i cartelli della cocaina in Colombia, le colture da reddito in Spagna, le prestigiose case farmaceutiche di Amsterdam e i colossi bancari giapponesi. Il libro rivela perché il commercio della cocaina sia sempre rimasto un mercato fiorente, nonostante i tentativi di regolamentazione dei governi, e colloca la lotta contro la droga in un preciso contesto storico, prevedendo l'inevitabile sconfitta dell'uomo contro questo nemico invincibile.

 

 

  • Cocaina. Percezione del danno, comportamenti a rischio e significati. I risultati dello studio multicentrico PCS  a cura di R. M. Pavarin, A. Dionigi

Clueb, 2010

Descrizione

Il libro riporta i risultati di uno studio nazionale multicentrico sui significati attribuiti al consumo di cocaina e affronta alcune problematiche specifiche. Quali sono i meccanismi che inducono alcuni consumatori di cocaina a sviluppare problematiche tali da aver bisogno dell'intervento di strutture pubbliche o private? Vi sono fattori protettivi legati a diverse percezioni del rischio? Vi sono particolari stili o abitudini di consumo? Quali sono le strategie di acquisto?

  • Cocaina: da piacere a patologia. L'esperienza di un trattamento non farmacologico ambulatoriale a cura di A. Cinquegrana e T. Bussola.

      Franco Angeli, 2007

      Descrizione

Le curatrici presentano l'esperienza condotta con il progetto N.I.Co.D.E.Mo - attuato presso il Ser.T. di Brescia e rivolto a 100 cocainomani "inseriti socialmente" - che ha visto il coinvolgimento di diversi professionisti, impegnati nella ricerca di una strategia di intervento specifica, fondata sulla psicoterapia cognitivo-comportamentale e su quella supportivo-espressiva. Il volume - che si arricchisce di due saggi introduttivi sull'approccio cognitivo-comportamentale nel cocainismo e sull'uso dello screening nel trattamento- non è un manuale per il trattamento del cocainismo, ma il tentativo di comunicare un'esperienza professionale.

  • Cocaina di G.L. Gessa

Rubbettino, 2008

            Descrizione

La cocaina è diventata senza dubbio lo stupefacente più famoso e più utilizzato fra i giovani e meno giovani. Ma cos'è veramente la cocaina? Gian Luigi Gessa, neuropsicofarmacologo, ci spiega in questo libro gli effetti di questa droga sia quelli positivi che quelli negativi.

  • Cocaina. Consumo, psicopatologia, trattamento a cura di P. Rigliano. e E. Bignamini Raffaello Cortina, 2009

Descrizione

A partire dall'esperienza concreta dei clinici che lavorano in prima linea, il testo propone un panorama completo delle conoscenze scientifiche sulla diagnosi e sulle modalità terapeutiche in questo ambito. L'obiettivo è offrire un preciso modello di gestione del trattamento, basato sull'interpretazione del consumo di cocaina come ricerca di un sé maniacale e sulla messa in atto di strategie antimaniacali che portino a una diversa e più equilibrata valorizzazione di sé.

  • Trattamento della dipendenza da cocaina di K. M. Carroll, A. Consoli (cur.)

      Centro scientifico, 2009

Descrizione

Un manuale sul trattamento dell'abuso di cocaina è naturalmente rivolto a professionisti che operano nel settore della patologia delle dipendenze e che possiedono quindi una conoscenza adeguata sia di come questo fenomeno prende forma dal punto di vista sociale ed epidemiologico che degli aspetti clinici e terapeutici. Il contributo tecnico che Kathleen Carroll propone nel presente manuale è costituito da un percorso che inizialmente introduce il terapeuta ai principi dell'Apprendimento con il richiamo ai contributi del condizionamento Classico ed a quelli del Condizionamento Operante, e successivamente passa ad una delle più importanti modalità di Apprendimento secondo l'approccio Cognitivo- Comportamentale che è il Modellamento, detto anche Apprendimento per imitazione.

  • Cocaina: dipendenza e trattamento. Un modello d'intervento psicologico di A. Leonardi e F. Velicogna.

      Franco Angeli, 2009

Descrizione

Nel volume gli autori intendono presentare il frutto della loro ricerca e applicazione clinica per questo tipo di trattamento presso il Centro di Solidarietà di Firenze onlus. Il lavoro ha portato alla creazione di uno specifico modello di trattamento. Alla presentazione di dati a sostegno dell'efficacia ed efficienza del percorso terapeutico si affianca la descrizione di casi clinici e di specifiche tecniche d'intervento.

      Franco Angeli, 2010

      Descrizione

Al fine di migliorare la qualità dei trattamenti per i pazienti cocainomani che afferiscono al sistema dei Servizi per le dipendenze della Regione Emilia-Romagna, il volume descrive alcune buone pratiche in relazione al trattamento e all’organizzazione dei Servizi nei confronti delle persone con problemi connessi all’uso di cocaina. Presenta inoltre i risultati di due studi sui percorsi terapeutici, realizzati su due coorti di consumatori problematici di cocaina, per valutare lo stato di salute dei pazienti nel lungo periodo.

 

 

  • Sulla cocaina di S. Freud

      Newton Compton, 1979

Descrizione

Già a fine '800 Sigmund Freud condusse alcuni studi sull'utilizzo della cocaina: ecco le sue considerazioni.

·         ZeroZeroZero di Roberto Saviano

Feltrinelli, 2013

Descrizione

             Un libro che percorre le strade della cocaina, in un viaggio che passa per il Messico e le spiagge di Miami, attraversa la Colombia, la Russia, l’Africa e approda nelle strade di Milano, New York, Parigi destinazioni finali delle vie del narcotraffico. Questo petrolio bianco “che accende i corpi ma distrugge le menti” intreccia nel suo percorso infinite storie: quelle della ferocia dei boss diventati sofisticati businessmen, intanto, e va alle radici della crisi economica attuale inciampando nel capitalismo criminale, e nell’assalto mafioso ai santuari della finanza da Wall Street alla City. Saviano utilizza la sua prosa tagliente per raccontarci una realtà cruda, in cui i Boss malavitosi tessono le fila di un processo che non tiene in minimo conto il valore della vita umana.

  • Io sono il mercato di L. Rastello

Chiarelettere, 2009

Descrizione

Questa è la storia di uomini normali, insospettabili padri di famiglia saliti al vertice del narcotraffico internazionale. Una storia "criminale", raccontata da uno dei protagonisti, che svela le astuzie del sistema cocaina, ma anche la vita e le abitudini dei grandi trafficanti. I pesci grossi, quelli che non ingoiano gli ovuli né trasportano la droga nei doppi fondi delle valigie, ma nei cargo, nei container, a tonnellate alla volta. Uno sguardo dall'interno. Un nuovo punto di osservazione per capire come l'economia illegale riesce a infiltrarsi nell'economia legale e a condizionarla. Perché la coca, oltre i cliché hollywoodiani e le notizie diffuse da tv e giornali, è un affare straordinariamente redditizio che finanzia guerre, conferisce potere e ridisegna i rapporti internazionali.

 

 

 

  • Cocaparty. Storie di ragazzi fra sballi, sesso e cocaina di F. Angeli e E. Radice

Bompiani, 2008

            Descrizione

Dopo le cubiste dodicenni, un'altra inchiesta sui ragazzi di oggi, dove a parlare sono proprio loro, i protagonisti. Spesso basta chiedere una "caramella". E poi inizia lo sballo: in discoteca o a casa, fra amici. Sniffando o fumando. In un crescendo di eccitazione. In tre ore scarse di ricerca, in un locale qualunque di Roma, senza conoscere né il gergo né i prezzi, gli autori hanno raccolto otto dosi di "neve", sacchetti comprati qua e là, con la facilità con cui si può chiedere un caffè. Una droga alla portata di tutti... Basta chiedere. E pagare.

 

 

 

  • Cocaina connection. L'impero della 'ndrangheta: il traffico internazionale di stupefacenti di O. Notaristefano

Ponte Sisto, 2007

Descrizione

Ormai hanno sconfinato, si sono collegate con le mafie dell'Est europeo e dell'Estremo Oriente. Si sono globalizzate. Il singolo tossicodipendente che, in qualsiasi parte d'Italia, acquista una dose di cocaina finanzia la 'ndrangheta calabrese, una tra le mafie più forti e ramificate a livello internazionale. E' come se le famiglie dei tossicodipendenti, anche se lontane dalla Calabria, avessero la 'ndrangheta in casa. Questo libro svela scenari inquietanti sulla connection tra droghe e mafie, indica ai tossicodipendenti alcuni percorsi terapeutici, chiede alla politica di fare fino in fondo la sua parte.

  • Un fiume di cocaina di F. Ravera

Bur Biblioteca Univ. Rizzoli, 2007

      Descrizione

Nel Po scorre l'equivalente di quattro chili di cocaina al giorno. Significa che nell'area si "sniffa" molto più di quanto si pensava: le tracce indicano 40 mila dosi al giorno (valore annuo: più di 100 milioni di euro), oltre il doppio rispetto alle 15 mila stimate, tra i ragazzi, dagli addetti. L'abuso della polvere bianca segue l'incremento di disagio sociale, arrivando in questi anni al sorpasso sul consumo di eroina.

  • Sopra le righe – Indagine sui protagonisti e i luoghi da sniffare di A. Calderoni

Aliberti, 2005

Descrizione

 Il mercato della droga è paragonabile a Internet: una rete in cui il decentramento è estremo, in cui ogni utente è necessario ma superfluo al tempo stesso, dove accesso e uscita avvengono in tempo reale. Attraverso una vera inchiesta giornalistica, Alessandro Calderoni offre una mappatura dei nuovi consumi in tema di stupefacenti, analizzando le ragioni per cui nuove categorie sociali si sono avvicinate alla 'addicted life'. Ma "Sopra le righe" mette anche a nudo le profonde modificazioni del sistema di distribuzione del mercato della droga, dimostrandone l'ingresso pressoché definitivo nelle abitudini della borghesia italiana.

 

 

  • Cocaina e crack. Usi, abusi e costumi di G. Arnao

Feltrinelli, 1993

Descrizione

Il libro contiene un quadro aggiornato dei danni potenziali della droga in rapporto ai livelli di dosaggio; un’analisi critica e documentata sulle controverse questioni della dipendenza da cocaina e del rapporto con comportamenti violenti; una documentazione sull'uso di cocaina nella maggioranza sommersa dei consumatori "integrati". Un capitolo a parte è dedicato al fenomeno del crack, al di fuori delle mitizzazioni dei mass media.

 

 

 

IN LINGUA INGLESE

 

  • Cocaine changes. The experience of using and quitting di  D. Waldorf, C. Reinarman e                      S. Murphy

Temple University Press, 1991

Descrizione

Il libro descrive uno studio condotto negli USA, tra il 1985 e il 1987, con persone che fanno uso pesante di cocaina. Il focus sono i processi attraverso i quali le persone cessano l’abuso di cocaina; ma allo scopo di comprendere come le persone smettano, gli autori hanno dovuto necessariamente anche esplorare come le stesse persone hanno cominciato e l’intero processo del consumo e dell’abuso di cocaina.

 

  • The taming of cocaine. Cocaine use in European and American citiesdi T. Decorte  VUB University Press, 2000

Descrizione

Nell’anno 2000 Tom Decorte, un criminologo belga, ha pubblicato un suo lavoro sui modelli di consumo e sulle carriere dei consumatori di cocaina. Egli ha reclutato i soggetti per la sua ricerca nella vasta scena della vita notturna di Anversa, ma anche nei settori più marginalizzati della città.  Decorte ha confrontato i suoi risultati con quelli di altri ricercatori che avevano reclutato la maggior parte dei loro consumatori di cocaina nelle comunità culturali dominanti delle loro rispettive città.

  • The taming of cocaine II di T. Decorte e  S. Slock

            VUB University Press, 2005

            Descrizione

The taming of cocaine II è il risultato di uno studio di follow-up di 77 consumatori di cocaina e crack provenienti dallo studio etnografico originale dopo 6 anni. Questo disegno longitudinale aggiunge valore ai risultati dei lavori precedenti circa l'uso di cocaina nel corso della vita degli individui. Questo libro offre informazioni dettagliate sulle regole dei consumatori di droghe, lo sviluppo di modelli di consumo, l’età e la durata degli effetti sui cambiamenti comportamentali e attitudinali.

 

 

BIBLIOGRAFIA GENERALE SULLE DROGHE

 

Il Progetto Mamacoca indica alcuni testi divulgativi classici sulle droghe, che guardano il fenomeno da prospettive diverse, per avere un panorama più generale sul mondo dei consumi di sostanze stupefacenti e psicoattive.

 

  • Il volo magico di U. Leonzio

Mondadori, 1971

Descrizione

Una storia originale delle droghe con un taglio antropologico e un’attenzione alla relazione tra le culture e gli usi delle sostanze stupefacenti.

Donzelli, 1997

Descrizione

Una breve ma efficace ricostruzione storica sui consumi di droghe nelle diverse epoche storiche che evidenzia come cambiano i significati socialmente e culturalmente attribuiti nelle diverse epoche e modelli di società.

  • Il dio dell'ebbrezza di E. Zolla

Einaudi, 1998

Descrizione

Un’antologia ragionata e completa, nonostante il taglio sintetico, degli scritti letterari, filosofici e di generi diversi che ricostruisce un mosaico di rappresentazioni, visioni, concezioni ed elaborazioni degli usi delle droghe e dei significati che hanno assunto nel mondo della cultura.

  • Nascere non basta. Iniziazione e tossicodipendenza di L. Zoja

      Raffaello Cortina, 2003

            Descrizione

Consumando droga, si cerca di trascendere uno stato di insignificanza e si ricalcano inconsciamente i modelli degli antichi riti di iniziazione: morte della personalità esistente fino ad allora e rinascita. Spinto dalla fretta del consumo, il tossicomane tralascia la prima fase. Negata come esperienza psicologica, la morte si presenta allora come tipica sensazione nelle fasi di astinenza e, a volte, come esito tragico della tossicodipendenza. In questa edizione riveduta e aggiornata, l'autore ricerca, dietro la distruttività del fenomeno "droga", possibili motivazioni costruttive, interrogandosi, a scopo di prevenzione, sui modelli inconsci che guidano verso la tossicodipendenza malgrado consciamente se ne conoscano i pericoli.

Share